Brexit, illegale sospensione parlamento, opposizioni: va riaperto -3-

Bea

Roma, 11 set. (askanews) - Che la verità non sia quella raccontata da Johnson è dunque convinzione anche dei giudici scozzesi, anche se i loro colleghi dell'alta corte di Londra hanno preso per buone le parole del primo ministro stabilendo che formalmente la sospensione dei lavori è corretta.

Tutta la vicenda rischia però di trascinare al centro dell'attenzione la regina Elisabetta II, che, come prevede la legge, ha acconsentito alla richiesta di Johnson. In realtà i giudici del tribunale scozzese si sono ben guardati dal tirare in ballo la sovrana, sostenendo che è stato il premier a mentirle sul vero motivo della sospensione. (Segue)