Brexit, illegale sospensione parlamento, opposizioni: va riaperto -4-

Bea

Roma, 11 set. (askanews) - Toccherà alla Corte suprema di Londra sciogliere la matassa: è stata già indetta una seduta d'urgenza per martedì prossimo per riesaminare le pronunce dei giudici scozzesi, inglesi e nordirlandesi.

Intanto però a Londra e a Edimburgo divampa la polemica, con laburisti, nazionalisti scozzesi, liberaldemocratici ed ex conservatori espulsi dopo essersi ribellati contro Johnson che chiedono a gran voce di riaprire subito le camere, chiuse martedì a notte fonda al grido di "vergogna" all'indirizzo del governo. Downing Street ha subito respinto la richiesta e ha negato che il premier possa aver furoviato al regina. I libdem hanno chiesto le dimissioni del premier se sarà confermato che la regina è stata indotta in errore, mentre il capo del sindacato Unite ha addirittura ipotizzato che Johnson potrebbe essere arrestato se varcherà il confine tra Inghilterra e Scozia.