Brexit: Johnson chiede voto anticipato, mozione premier non passa -3-

Fco

Roma, 5 set. (askanews) - Johnson voleva che i deputati accettassero il voto per il 15 ottobre e aveva spiegato che il ddl - che lo obbliga a chiedere una proroga della scadenza della Brexit se non ci fosse un accordo - di fatto lo rendeva impotente per negoziare un accordo. Aveva bisogno che, ai sensi del Fixed Term Parliaments Act, i due terzi del parlamento appoggiassero la sua iniziativa. Al termine della votazione in 298 si sono espressi a favore della mozione e 56 contro: ben 136 deputati in meno della maggioranza necessaria.

Fonti del Labour hanno riferito alla Bbc che il partito si è astenuto, anche se tre parlamentari avrebbero votato per la mozione e in 28 si sarebbero astenuti. Astensione anche per gli esponenti dell'Snp. (Segue)