Brexit, Johnson: libero scambio rappresenta la diplomazia di Dio -3-

Fco

Roma, 3 feb. (askanews) - Liz Truss, segretario al commercio internazionale, ha assicurato al premier che ci sono sufficienti negoziatori sul commercio. Ma se non ci fossero, ha sottolineato il primo ministro, ne saranno reclutati altri.

Johnson ha detto di voler negoziare accordi commerciali con i Paesi ai quali il Regno Unito voltò le spalle negli anni Settanta. E ha dedicato un messaggio agli anti-americani che storcono il naso a proposito dell'idea di un accordo commerciale con gli Stati Uniti: "Crescete".

I complottisti, la sua tesi, dovrebbero accettare che il Servizio sanitario nazionale (Nhs) non sarà sul tavolo nei colloqui commerciali con gli Stati Uniti. Il Regno Unito, inoltre, manterrà gli standard alimentari, igienici e di benessere degli animali.