Brexit, Johnson manda consigliere a chiedere a Ue abolizione backstop

Ihr

Roma, 31 lug. (askanews) - Il consigliere europeo di Boris Johnson è partito oggi per Bruxelles per consegnare un messaggio del nuovo primo ministro britannico che chiede "l'abolizione" del "backstop (rete di sicurezza)" irlandese per uscire dall'impasse sulla Brexit. Lo ha annunciato Downing Street.

Il consigliere David Frost "va a Bruxelles per consegnare un messaggio dal primo ministro in persona", ha spiegato un portavoce dell'esecutivo britannico. Secondo Bruxelles, incontrerà i consiglieri del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e quelli del capo negoziatore della Brexit per l'Ue Michel Barnier.

Il messaggio in questione, che riassume la posizione di Johnson sulla Brexit, afferma: "Il Regno Unito lascerà l'Ue il 31 ottobre, indipendentemente dalle circostanze. Lavoreremo sodo per raggiungere un accordo, ma il backstop deve essere abolito. Se non raggiungiamo un accordo, dovremo ovviamente lasciare l'Ue senza un accordo".(Segue)