Brexit, Johnson in Scozia: Spero rinegoziare un nuovo deal con Ue

Cgi

Roma, 29 lug. (askanews) - "Spero di rinegoziare un nuovo deal con l'Unione Europea". Così secondo BBC il primo ministro Boris Johnson durante una visita in Scozia, confermando comunque che la Brexit si terrà entro il 31 ottobre. "Quello che vogliamo è dire chiaramente che il backstop (clausola di salvaguardia volta ad evitare il ristabilimento di un confine fisico tra la provincia britannica dell'Irlanda del Nord e la Repubblica d'Irlanda, ndr) non va bene, che è morto, che deve scomparire. L'accordo di recesso è morto, deve scomparire. Ma è possibile concludere un nuovo accordo", ha detto il capo del governo in visita in una base navale vicino al villaggio di Faslane.

"Al centro di tutto ciò - ha proseguito - c'è un nuovo accordo di libero scambio che ci consenta di riprendere il controllo sulle nostre tariffe e normative e agire in modo diverso dove vogliamo". L'Unione europea ha già negoziato l'accordo sulla Brexit con il governo Theresa May.

Dopo la pace di vent'anni fa, che ha messo fine alla sanguinosa guerra civile fra cattolici e protestanti, non vi è alcun confine fisico fra le due parti irlandesi. Ma con la Brexit la frontiera fra il Regno Unito e la Ue ci dovrebbe essere eccome. Per evitare il ritorno a un confine vero e proprio però, che metterebbe a rischio l'architettura degli accordi di pace, negli accordi conclusi da May è stato necessario mantenere tutto il Regno Unito all'interno dell'unione doganale, aggiungendo in più clausole speciali per l'Irlanda del Nord.