Brexit, Johnson: "Se bocciate la mozione si va ad elezioni"

webinfo@adnkronos.com

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha detto ai deputati che se la sua mozione verrà bocciata, questa verrà "ritirata" e bisognerà "andare ad elezioni". Secondo quanto anticipato dalla Bbc, il governo sarebbe pronto ad elezioni anticipate prima di Natale se sarà costretto a ritirare la legge per l'applicazione dell'accordo sulla Brexit.  

Johnson ha presentato una mozione che impone tempi stretti per l'approvazione entro tre giorni del Withdrawal agreement bill (Wab), la legge necessaria per l'attuazione dell'accordo sulla Brexit, in modo da poter uscire dall'Ue entro la scadenza del 31 ottobre. In caso di bocciatura della mozione non si farà in tempo e servirà un'estensione della scadenza della Brexit. 

"Non voglio permettere mesi di rinvii", ha detto Johnson, dopo aver dichiarato di voler ritirare il Wab se verrà bocciata la mozione che accelera i tempi della sua approvazione. In caso di bocciatura della mozione, la legge di applicazione della Brexit "verrà ritirata e si andrà alle elezioni generali". E in queste elezioni farò campagna perché "la Brexit sia realizzata", ha detto il leader conservatore. 

"La via d'uscita è chiaramente visibile, il premio è davanti a noi", ha detto Johnson, esortando l'aula ad adottare la mozione. "Una chiara maggioranza nel paese ci implora di fare la Brexit. Facciamolo questa sera stessa", ha affermato.