Brexit, Londra chiede a 95enne italiano di dimostrare residenza

Sim

Roma, 17 feb. (askanews) - Un italiano di 95 anni che da 68 anni vive nel Regno Unito, dove da 32 anni percepisce una pensione, ha dovuto presentare 80 pagine di estratti conto bancari per dimostrare la sua residenza per cinque anni consecutivi nel Regno Unito e poter così rimanere nel Paese dopo la Brexit. La storia di Antonio Finelli, arrivato nel Regno Unito nel 1952, è stata raccontata oggi dal Guardian.

"Non è giusto", ha detto l'uomo, che si è rivolto ai volontari di un centro di consulenza a Islington, nel Nord di Londra. "È stata una sorpresa - ha ammesso - ricevo la pensione e ho lavorato per tutta la vita, quindi non capisco perché devo fornire questi estratti conto".

La moglie e l'unico figlio di Finelli sono morti, ma l'uomo si è detto preoccupato per i suoi nipoti: "Andrà tutto bene per loro?".

Dimitri Scarlato, un volontario del centro Inca CGIL, ha detto al Guardian: "Quello che trovo inaccettabile è che il signor Finelli vive qui da 70 anni. È stato qui per tutta la vita. Ha lavorato per 40 anni e per 32 anni ha ricevuto la pensione. E' stato qui tutti questi anni, ma il sistema lo tratta come se non esistesse. Perché?".