Brexit, Londra non deporterà in automatico cittadini Ue dopo 2021 -2-

Bea

Roma, 17 gen. (askanews) - Verhofstadt ha detto alla radio BBC di ritenere che non presenta domanda entro il 30 giugno 2021 potrà comunque fare richiesta di residenza in seguito "fornendo le motivazioni per cui non è stato possibile farlo all'interno delle procedure normali". "Non ci sarà deportazione automatica" ha aggiunto.

A ottobre scorso, il sottosegretario agli Interni Brandon Lewis aveva detto al quotidiano tedesco Die Welt: "Se i cittadini Ue fino a quel punto non si sono registrati e non hanno motivi adeguati per non averlo fatto, allora vengono applicate le leggi sull'immigrazione in vigore". Alla domanda se tra di essi ci sarebbero stati anche coloro che hanno i requisiti per la residenza ma non hanno fatto richiesta Lewis ha risposto "teoricamente sì. Applicheremo le norme". Ma oggi Lewis ha detto che deportare i cittadini Ue che non hanno fatto richiesta di residenza"non è quello che faremo". "A fine giugno 2021, se le persone non hanno fatto domanda per un buon motivo, prenderemo in esame la cosa e garantiremo al residenza. Ma non voglio parlarne, voglio che le persone facciano richiesta ora" ha detto.