Brexit, May scriverà a Tusk per chiedere il rinvio. Stati Ue: "Il sì non è scontato"

Huffington Post

Theresa May è pronta a scrivere a Tusk per chiedere l'estensione dell'articolo 50, ma il rinvio della Brexit è tutt'altro che scontato. La premier - che continua a sperare nella possibilità di portare il suo accordo con l'Ue davanti ai Comuni, dopo il divieto imposto dallo speaker della Camera - si prepara ad affrontare Bruxelles. La sua lettera dovrebbe arrivare sul tavolo del presidente del Consiglio europeo tra oggi, 19 marzo, e domani, ma da gli altri membri dell'Unione europea si levano voci per ricordare che il rinvio della data del divorzio tra Gran Bretagna e Ue non è un atto dovuto. Lo ha sottolineato la Francia, con fonti dell'Eliseo che affermano: "Il via libera al rinvio non è certo né automatico". Ma Parigi non è l'unica a sostenere questa tesi: molti leader europei pretenderebbero da May motivazioni convincenti sullo spostamento in avanti della data di fuoriuscita dall'Ue.

Dalla Germania ricordano a May che il tempo sta per scadere, e che la pazienza degli stati membri ha un limite: "Siamo esausti da questo negoziato. Mi aspetto proposte chiare e precise del governo britannico sul perché questa proroga è necessaria. Questo non è un gioco: è una situazione estremamente grave non solo per i cittadini nel Regno Unito ma anche per i cittadini nell'Ue", avverte il ministro per gli Affari esteri, Michael Roth. Per il governo tedesco, continua: "La priorità è prevenire una no-deal Brexit". La cancelliera tedesca prova, però, a stendere i toni: "Lotterò fino all'ultimo" perché ci sia un accordo, dice Angela Merkel.

L'intenzione di scongiurare il no deal è stata ribadita dal governo May: il suo portavoce ha sostenuto "l'assoluta determinazione" a concludere un'intesa prima di abbandonare l'Ue.

Ma cosa chiederà la premier britannica ai vertici dell'Ue? Secondo quanto riporta la Bbc, May nella lettera a Tusk la premier indicherà due opzioni chiedendo una prima breve proroga fino al 30 giugno per cercare appunto di far approvare entro...

Continua a leggere su HuffPost