## Brexit, nuovo accordo Ue-Gb, ecco cosa cambia

Loc

Bruxelles, 17 ott. (askanews) - Il nuovo accordo sulla Brexit raggiunto oggi fra i negoziatori dell'Ue e quelli del governo britannico di Boris Johnson, e sottoposto ai capi di Stato e di governo dei Ventisette durante il Consiglio europeo a Bruxelles, contiene una serie di novità importanti rispetto all'Accordo di recesso che era stato negoziato con il precedente governo di Theresa May nel novembre scorso, e bocciato poi tre volte dal parlamento britannico. Il nuovo accordo modifica anche la Dichiarazione politica sulle relazioni future dopo la Brexit, che accompagnava l'Accordo di recesso. Restano invariati altri importanti elementi dell'Accordo, a cominciare dai diritti dei cittadini.

UN NUOVO PROTOCOLLO SULL'IRLANDA INVECE DEL "BACKSTOP"

Innanzitutto, è stato eliminato il "Backstop", la pietra angolare del vecchio Accordo di recesso che Johnson aveva da sempre giudicato inaccettabile, che prevedeva la permanenza indefinita nell'Unione doganale Ue sia dell'Irlanda del Nord che del resto del Regno Unito. Il "Backstop" sarà sostituito da un "protocollo rivisto sull'Irlanda" che fornisce "una soluzione giuridicamente operativa" equivalente.

Su richiesta del governo Johnson, è stata rimossa la permanenza del Regno Unito nell'Unione doganale Ue, che era stata concordata con il "Backstop". Ma si è riusciti attraverso altre modalità (almeno secondo i negoziatori) a conseguire gli obiettivi prefissati: evitare il ristabilimento di una frontiera fisica terrestre "dura" nell'isola d'Irlanda, proteggere l'economia integrata dell'intera Isola ("All Island economy") e l'accordo del Venerdì santo di Belfast (che mise fine alla guerra civile in Irlanda del Nord) "in tutte le sue dimensioni", e preservare l'integrità del mercato unico Ue.

"Questa soluzione risponde alle circostanze uniche dell'isola d'Irlanda con soluzioni specifiche, e con l'obiettivo di proteggere la pace e la stabilità", ha sottolineato il negoziatore capo dell'Ue, Michel Barnier.(Segue)