Brexit: Parlamento approva legge sulla ratifica con 358 voti a favore

brexit-parlamento-ratifica

Nella giornata del 20 dicembre la camera bassa del Parlamento britannico ha approvato a larga maggioranza la legge che permetterà la ratifica della Brexit il prossimo 31 gennaio. L’accordo, approvato in seconda lettura alla Camera dei Comuni, ha avuto il via libera con 358 voti favorevoli e 234 contrari, compattando così la nuova maggioranza conservatrice uscita dalle scorse elezioni del 12 dicembre in quella che è stata una prova di forza del nuovo esecutivo guidato da Boris Johnson. Per l’approvazione definita servono tuttavia altre due votazioni, che verranno indette al ritorno dei parlamentari dalla pausa natalizia.

Brexit: Parlamento approva la ratifica

L’accordo era già stato approvato in prima lettura lo scorso 22 ottobre con 329 voti favorevoli, ma in seguito i lavori parlamentari erano stato sospesi a causa dell’indizione delle nuove elezioni generali. È stato lo stesso Primo Ministro Johnson, dopo aver convinto in ciò anche il Partito Laburista, a volere una nuova tornata elettorale in modo da poter contare su una maggioranza solida che gli consentisse di portare a termine l’iter per la Brexit.

A questo punto rimangono dunque altre due votazioni, che però si terranno nelle prime settimane di gennaio. La prima riguarda la terza lettura dell’accordo che dovrà essere approvata dalla Camera dei Comuni, mentre l’ultima riguarda il si della Camera dei Lord, considerato praticamente certo da parte dei conservatori. Nella votazione del 20 dicembre sono state approntate alcune modifiche al trattato, come l’eliminazione di ogni periodo di proroga oltre il 31 gennaio 2020. Così facendo, a quella data il Regno Unito dovrà necessariamente uscire dall’Ue anche senza aver raggiunto alcun tipo di accordo commerciale.

Il commento di Boris Johnson

All’approvazione dell’accordo in seconda lettura, il Primo Ministro Boris Johnson ha subito esultato sui social network, affermando: “La seconda lettura del testo sul Withdrawal Agreement è passata in Parlamento. Questo significa che siamo un passo più vicini alla realizzazione della Brexit.

Nel suo intervento a Westminster poco prima della votazione, Johnson ha inoltre invitato i parlamentari ad essere coesi sul tema della Brexit in nome dell’interesse nazionale: “Ci riuniamo come nuovo parlamento per sbloccare lo stallo e finalmente portare a termine Brexit. […] Non deve essere vista come una vittoria di un partito su un altro, o di una fazione su un’altra. È il momento di andare andare avanti ed eliminare le vecchie etichette “leave” e “remain”.