Brexit, per governo elezioni inevitabili con rinvio a febbraio

Bea

Roma, 22 ott. (askanews) - Se come previsto la Brexit verrà rinviata fino a febbraio prossimo un voto politico è inevitabile, secondo una fonte anonima di Downing Street citata dai media britannici. "Se il rinvio voluto dal parlamento viene concesso da Bruxelles, l'unico modo in cui il Paese può andare avanti è con un'elezione. Questo parlamento è rotto" ha detto la fonte. "L'opinione pubblica dovrà scegliere se vuole fare la Brexit con Boris (Johnson, il premier) o se vogliono passare il 2020 con due referendum, sulla Brexit e sulla Scozia con Corbyn", (Jeremy, leader dell'opposizione laburista).

Il premier alla Camera dei Comuni stasera non ha esplicitato questa richiesta di voto anticipato, limitandosi a dire che l'iter della legge attuativa della Brexit è "in pausa" dopo che la Camera ha bocciato la sua richiesta di completarlo in tre giorni. Per indire elezioni anticipate il governo di Londra ha bisogno dei via libera dei due terzi del parlamento.