Brexit, qual è il piano di Johnson e cosa potrebbe accadere -5-

Bea

Roma, 28 ago. (askanews) - Il team di Johnson è convinto che il premier potrà sopravvivere a un'eventuale sfiducia chiesta dalle opposizioni, alla luce della riluttanza di molti deputati Tory ad aprire la porte di Downing Street a Corbyn, anche alla guida di un governo ad interim con l'unico mandato di evitare una Brexit no deal. Se Johnson verrà sfiduciato, Downing Street vuole andare al voto a inizio novembre con la piattaforma di un nuovo mandato a Johnson per realizzare la Brexit.

Concretamente, l'esito più probabile di questa nuova, ennesima crisi sulla Brexit all'ombra del Big Ben è un crescendo di tensione nella seconda metà di ottobre, attorno al cruciale vertice europeo in programma il 17 e 18 ottobre. Il premier vuole a tutti costi arrivare al vertice a Bruxelles, dove tenterà di rinegoziare in parte l'accordo già siglato da May, senza avere le mani legate dal parlamento. Se Johnson riuscirà nel suo intento i deputati avranno meno di due settimane per approvare a trotta di collo il nuovo testo di accordo. (Segue)