Brexit, quasi cento società britanniche già trasferite in Olanda

Bea

Roma, 26 ago. (askanews) - Quasi cento aziende hanno trasferito la loro sede dalla Gran Bretagna all'Olanda o hanno aperto uffici nei Paesi Bassi per poter restare all'interno dell'Unione Europea a poco più di due mesi dalla data ufficiale della Brexit. Lo ha rivelato l'Agenzia olandese per gli investimenti esteri, aggiungendo che altre 325 società stanno prendendo in considerazione l'idea di un trasloco, nel timore di perdere l'accesso al mercato unico europeo.

"La persistente e crescente incertezza nel Regno unito e la possibilità sempre più chiara di una Brexit senza accordo sta causando grosse difficoltà economiche per quelle società" ha detto il capo dell'Agenzia Jeroen Nijland. "Ecco perchè sempre più aziende si orientano verso l'Olanda come potenziale base per il mercato europeo". L'Agenzia ha precisato che le aziende che traslocano operano nei comparti finanza, informatica, media, pubblicità e sanità.