Brexit, Sassoli: da Londra nessuna nuova proposta credibile -2-

Loc

Bruxelles, 12 set. (askanews) - Inoltre, la risoluzione dichiara che il Parlamento è pronto a tornare sulla proposta originaria di Backstop, che prevedeva la permanenza della sola Irlanda del Nord (e non del resto del Regno Unito) nell'Unione doganale dell'Ue, oltre al suo impegno a rispettare alcune normative fondamentali del mercato unico europeo). L'Europarlamento è anche disposto a rivedere la "Dichiarazione politica" che accompagna l'Accordo di recesso del Regno Unito dall'Ue, e a conferirle valore giuridicamente vincolante, e ricorda nella risoluzione che un adeguato Accordo di associazione con Londra dopo la Brexit potrebbe rendere il Backstop irlandese inutile.

Il Parlamento europeo esprime poi preoccupazione per la rotta intrapresa dal nuovo governo britannico, che sta avvicinando concretamente il rischio di un'uscita senza accordo ("no deal"). In caso di "no deal", si avverte nella risoluzione, il Regno Unito dovrà assumersene tutte le responsabilità, e garantire comunque il rispetto dei suoi obblighi in materia finanziaria verso l'Ue, il rispetto dei diritti dei cittadini (di quelli europei nelle Isole britanniche e di quelli britannici nell'Ue) e il rispetto dell'Accordo di pace del Venerdì Santo che mise fine alla guerra civile in Irlanda del Nord (assicurando che non sarebbe stata ripristinata una "frontiera dura" terrestre fra le due Irlande). "Il Parlamento europeo non darà il suo consenso ad alcun accordo che non onori questi tre obblighi" da parte del Regno Unito, ha sottolineato Sassoli, ricordando che questo "tono ultimativo" non era presente nelle precedenti risoluzioni dell'Assemblea sulla Brexit.(Segue)