Brexit, svolta sul voto anticipato: Corbyn annuncia l’ok labour

Brexit, svolta sul voto anticipato: Corbyn annuncia l’ok labour

Roma, 29 ott. (askanews) – Il partito laburista britannico darà il suo appoggio a elezioni generali anticipate nel Regno Unito, mentre il governo pensa alla data del 12 dicembre.

La svolta – dopo la bocciatura ai Comuni della mozione di scioglimento del parlamento presentata dal premier Boris Johnson – è stata annunciata dallo stesso leader del Labour Jeremy Corbyn che però non ha esplicitamente affermato se sosterrà in Parlamento l’esecutivo.

“Siamo pronti per le elezioni, andremo lì fuori con un messaggio molto forte su come vogliamo trasformare la nostra società per porre fine alla disuguaglianza e all’ingiustizia e affrontare la povertà devastante che tante persone devono affrontare”.

Corbyn ha sottolineato che la sua condizione di escludere l’ipotesi di una Brexit senza accordo (ovvero no deal) “è ora stata soddisfatta”, dopo che l’Unione Europa ha accettato di prorogare la scadenza fino al 31 gennaio 2020. “Ho sempre detto che noi eravamo pronti alle elezioni a patto che una Brexit no deal fosse fuori dal tavolo”, ha spiegato.

“Intendiamo ora lanciare la più radicale campagna di cambiamento del Paese che si sia mai vista, è la chance di una generazione per costruire un Paese per i molti, non per i pochi. E’ tempo di farlo. E’ il momento”, ha scritto su Twitter e ha poi ribadito da Londra: “Stiamo andando lì fuori per combattere una campagna elettorale e non vedo l’ora di uscire per le strade, in ogni città e villaggio di questo paese, il Labour sarà lì a dare un messaggio di vera speranza, quando questo governo non offre nulla”.

La campagna elettorale è quindi aperta; i sondaggi per ora favoriscono i conservatori.