Brexit, Tusk: via libera dei 27 Ue a rinvio al 31 gennaio 2020

Brexit, Tusk: via libera dei 27 Ue a rinvio al 31 gennaio 2020

Bruxelles, 28 ott. (askanews) – L’Unione europea ha approvato il rinvio di Brexit di altri tre mesi. Non si concretizzerà dunque il rischio di una uscita del Regno Unito senza accordo il 31 ottobre, come previsto e in realtà come promesso dal premier Boris Johnson, la data decisiva ora è il 31 gennaio 2020.

Lo ha annunciato ufficialmente il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, precisando che la decisione dei 27 verrà formalizzata per iscritto, quindi non ci sarò bisogno di ulteriori riunioni, e che si tratta di una “flexestension”, cioè una dilazione flessibile: la Gran Bretagna potrà comunque uscire prima di gennaio dall’Unione, se ci saranno le condizioni.

“È stata una riunione davvero breve, efficiente e costruttiva, sono felice della decisione che è stata presa”, ha commentato soddisfatto il negoziatore europeo per la Brexit Michel Barnier.

Il futuro della odissea Brexit resta comunque molto incerto, vista la possibilità di elezioni anticipate, chieste dal premier, che potrebbero nuovamente rimescolare le carte. E intanto il Regno Unito si troverà costretto a nominare un candidato per la nuova Commissione europea.