Brexit, Ue chiede a Johnson modifica proposta entro 11 ottobre

Brexit, Ue chiede a Johnson modifica proposta entro 11 ottobre

Londra, 4 ott. (askanews) – Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione Europea ha segnalato che ci sono alcuni aspetti problematici nella proposta britannica per superare il backstop (il protocollo per evitare la creazione di un confine fisico in Iranda del Nord dopo la Brexit).

Bruxelles ha concesso una settimana di tempo al premier britannico Boris Johnson per modificare la sua ultima proposta sull’uscita del Regno Unito dalla Ue e poterla discutere al prossimo Consiglio europeo del 17 ottobre 2019.

In particolare, ci sarebbero criticità nella proposta di consultare ogni 4 anni l’assemblea dell’Irlanda del Nord e la realizzabilità del sistema di controlli doganali. Inoltre, il progetto renderebbe necessari controlli sia per le spedizioni da e per l’Irlanda sia per quelle da e per la Gran Bretagna. Per tali motivi, può essere considerata soltanto un punto di partenza. Il dialogo, tuttavia, non è chiuso.

Ora la palla passa a Johnson: “Abbiamo dimostrato una grande flessibilità e questo lo voglio sottolineare, nell’interesse di raggiungere un accordo con i nostri amici europei e una risoluzione che tutti desideriamo ardentemente. Se i nostri vicini europei scelgono di non mostrare la corrispondente volontà di raggiungere un accordo, dovremo andarcene il 31 ottobre, senza di esso”.