Brexit, Ue dice no a GB su rimozione ruolo Corte Giustizia per commercio irlandese

·1 minuto per la lettura
Diverse bandiere degli Stati Ue a piazza Schuman a Bruxelles, fuori dalla sede della Commissione europea

(Reuters) - L'Unione europea ha dichiarato che rimuovere la supervisione della Corte di giustizia dall'accordo sulla Brexit con il Regno Unito nelle parti che disciplinano il commercio sull'Irlanda taglierebbe fuori effettivamente l'Irlanda del Nord dal mercato europeo.

"Il nostro focus dovrebbe essere su quelle questioni che contano di più per il popolo dell'Irlanda del Nord e non su richieste come la rimozione del ruolo della Corte di giustizia europea (Cge)", ha detto un portavoce della Commissione durante una conferenza stampa.

"Fare ciò significherebbe effettivamente tagliar fuori l'Irlanda del Nord dal mercato unico della Ue e dalle opportunità a esso correlate".

Sabato, il ministro britannico per la Brexit David Frost ha diffuso estratti di un discorso che dovrebbe tenere domani, in cui ribadisce la richiesta di lunga data di Londra di rimuovere il ruolo di supervisore della Corte di giustizia europea dall'accordo tra Ue e Regno Unito che regola le loro relazioni dopo la Brexit.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli