Briatore: "Virologi rinuncino a stipendio"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Vorrei che tutti i virologi rinunciassero ad un anno di stipendio, poi vediamo se chiudono tutto". Flavio Briatore, ospiti di Dritto e Rovescio, si esprime così parlando di riaperture, misure e virologi. "E' una ripartenza fasulla. Il 50% degli esercizi pubblici non può riaprire. La zona gialla è un giallo scuro, non si può mangiare all’interno dei ristoranti. La percezione è che qualcuno voglia far fallire questo paese. Si aggiungono errori a errori, è una follia avere il coprifuoco fino al 31 luglio. Chi è che prenota la vacanza in Italia sapendo che c’è il coprifuoco?", dice Briatore.

"Questa estate, in Grecia e in Croazia con il vaccino o con il tampone si può entrare. Gli italiani che possono fare una vacanza all’estero partiranno, ma dall’estero non arriverà nessuno. Vorrei che tutti i virologi rinunciassero ad un anno di stipendio, poi vediamo se chiudono. Il virologo, che ora è diventato una star televisiva, è sempre negativo e vuole chiudere. Gli unici che sopravvivono sono gli statali, con le chiusure ammazzano tutti gli altri", aggiunge.