Brindisi, sperimentazione di un istituto scolastico: a scuola dalle 9

Brindisi, sperimentazione di un istituto scolastico: a scuola dalle 9

Davvero innovativa la sperimentazione lanciata da un istituto scolastico di Brindisi che, ai fini di un miglioramento complessivo dell’apprendimento, ha fissato l’ingresso a scuola per gli studenti con un’ora di ritardo rispetto allo standard comune.

Brindisi, l’istituto scolastico apre alle 9

Il progetto ha preso il via quest’anno, a partire dall’apertura delle scuole dopo le lunghe vacanze estive, sperando di ottenere dei miglioramenti sotto l’aspetto didattico. Si è partiti da un concetto chiave: più aumentano le ore di sonno, più aumenta l’apprendimento degli studenti. Per il momento, la sperimentazione riguarda esclusivamente due classi dell’istituto tecnico Industriale Majorana di Brindisi, il cui ingesso in aula per gli alunni è fissato alle ore 9 del mattino. Un’ora in più, dunque, rispetto alla normalità. Questo anche per agevolare coloro che son costretti a utilizzare i trasporti pubblici, a causa della distanza della propria abitazione. Il preside dell’istituto è Salvatore Giuliano, l’ex sottosegretario all’istruzione del primo governo Conte costituito dalla coalizione Lega e Movimento 5 Stelle. Proprio Giuliano, estremamente soddisfatto della sperimentazione, ha dichiarato publicamente: “I primi risultati estremamente positivi ci dicono di continuare, ci incoraggiano nella prosecuzione del progetto. Siamo sulla buona strada, vogliamo andare avanti“.

Assoluta novità in Italia

La sperimentazione avviata dal preside Giuliano presso l’istituto scolastico di Brindisi è un’assoluta novità nel nostro Paese, ma non nel resto del mondo. Nelle scuole statunitensi o del nord Europa si erano già viste nuove proposte didattico-organizzative, in cui gli studenti son tornati ad essere i veri protagonisti all’interno delle classi.