Britannici più preoccupati da cambiamenti climatici che da Brexit

Orm

Roma, 26 lug. (askanews) - Saranno le torride temperature di questi giorni, ma i cambiamenti climatici preoccupano i britannici più della prospettiva dell'uscita dall'Ue: secondo un sondaggio ComRes riassunto da The Guardian, il 71% dei consultati ritiene che sul lungo termine la questione del clima sarà questione di maggiore importanza e conseguenze per il Regno Unito rispetto alle implicazioni della Brexit. E oltre il 60 per cento vuole che il neo premier Boris Johnson metta il "climate change" in cima alla sua agenda politica. Una convizione particolarmente forte tra i cristiani professanti: i cambiamenti climatici devono essere priorità governativa assoluta per il 77% di questo gruppo, rispetto alla media complessiva di un 66%.