A Brno consegnato da Sab Aerospace dispositivo satelliti a Avio

Gus

Praga, 18 lug. (askanews) - Oggi a Brno, seconda città della Repubblica Ceca, si è svolta la cerimonia di consegna da parte della Sab Aerospace, controllata ceca dell'omonima società italiana, alla Avio di un dispositivo Ssms (small satellites mission system), un adattatore che consente il lancio in orbita di svariati satelliti fino al peso massimo complessivo di una tonnellata e mezzo.

Un evento che rappresenta un nuovo significativo passo avanti nella tecnologia per la messa in orbita di satelliti artificiali, in primo luogo per la minimizzazione dei costi consentita da questa tecnologia, come è stato sottolineato.

La cerimonia odierna segnala inoltre il livello di collaborazione instaurato negli ultimi anni nel settore aerospaziale fra Italia e Repubblica ceca. Sono intervenuti oltre ai rappresentanti delle due aziende, David Zucconi per la Sab Aerospace, e Angelo Fontana per la Avio spa, alle autorità cittadine, anche Pavel Zezula, console onorario dell'Italia a Brno, nonché presidente di Nova Mosilana, del Gruppo Marzotto.

"Un evento che sottolinea il ruolo di primo piano che Brno, capoluogo della Regione Bassa Moravia, sta assumendo sempre più in Repubblica ceca nel settore della ricerca, dello sviluppo e della innovazione" ha dichiarato ad Askanews lo stesso console Zezula, senza mancare di ricordare che in occasione dell'Expo Dubai 2020 la città di Brno sarà presente mettendo in vetrina proprio i settori dell'aerospace e della microscopia digitale.

La cerimonia di oggi si è svolta all'indomani del Business Forum Italo-Ceco ospitato a Praga, dal ministero degli Esteri ceco, dal titolo "Innovation for Better Life", e al quale ha partecipato, alla guida della delegazione italiana, il sottosegretario del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Manlio Di Stefano