Brookesia nana, il rettile più piccolo della Terra trovato in Madagascar

·1 minuto per la lettura
Rettile
Rettile

Un gruppo di ricercatori ha recentemente scoperto, in Madagascar, il rettile più piccolo mai avvistato al mondo: si tratta del camaleonte nano, grande quanto un seme di girasole e capace di reggersi ampiamente sull’unghia di una mano.

Madagascar, camaleonte nano: il rettile più piccolo del mondo

Una spedizione tedesco-malgascia, inviata nel Nord del Madagascar per un’esplorazione del luogo, ha rinvenuto due camaleonti nani, un maschio e una femmina. Gli esperti si sono rapidamente resi conto di trovarsi in presenza di due esemplari perfettamente sviluppati e quindi già entrati nella piena età adulta.

Le due minuscole brookesia nana – o camaleonti nani– hanno dimensioni estremamente ridotte che le rendono i rettili più piccoli tra le 11.500 specie circa sinora conosciute.

Il camaleonte nano maschio, infatti, presenta una lunghezza totale pari a 1,35 centimetri mentre la femmina è lunga circa 2,9 centimetri. Sulla base delle osservazioni effettuate e delle nomenclature stilate, quindi, la brookesia nana batte il primato sancito nel corso del 2012 dalla brookesia micra.

Tutela dell’habitat naturale del camaleonte nano

Il camaleonte nano vive in un habitat estremamente specifico e notevolmente limitato che appare sempre più minacciato dalla presenza e dall’attività umana.

A questo proposito, l’eccezionale scoperta e la sopravvivenza della specie sono stati temi commentati da Oliver Hawilitschek, uno scienziato impiegato presso il Centro per la Storia Naturale di Amburgo. Tramite una nota, l’esperto ha dichiarato quanto segue: «L’ambiente in cui vive il camaleonte nano è soggetto a deforestazione, ma l’area è stata recentemente posta sotto protezione, per cui la specie potrà sopravvivere».