Brucia il Ponte di ferro a Roma, crollano nel Tevere alcuni pezzi

·2 minuto per la lettura
03/10/2021 Roma, un incendio distrugge i sotto servizi del ponte dellÕIndustria (Photo: Alessandro Serrano')
03/10/2021 Roma, un incendio distrugge i sotto servizi del ponte dellÕIndustria (Photo: Alessandro Serrano')

Un vasto rogo ha interessato il ponte dell’Industria - meglio conosciuto come Ponte di ferro - nel quartiere Ostiense a Roma, uno dei più frequentati dalla movida. I vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme e al momento non sembrano essere coinvolte persone.

Le fiamme, che potrebbero essere partite dalle baracche sotto il ponte, hanno coinvolto anche una condotta del gas. Alcune parti esterne sono crollate nel Tevere anche se la struttura comunque è restata in piedi. Le zone limitrofe a Ostiense sono rimaste senza luce, acqua e gas, mentre da domani si rischia il caos traffico, dato che il ponte collega due zone nevralgiche della città, cioè Ostiense e Marconi.

La sindaca Virginia Raggi è arrivata sul posto. “Al momento quello che possiamo dire è che stringe il cuore vedere un pezzo di storia ridotto così - le sue parole -.
Per lunedì mattina è stato convocato il comitato comunale per vedere i servizi, gas e luce. E poi bisogna vedere la stabilità strutturale. Dopo cercheremo di lavorare sulla riapertura della viabilità. Per ora l’importante è che non risultano persone ferite. Ci sono accertamenti in corso”.

Un incendio simile ma di proporzioni più ridotte aveva interessato il Ponte di ferro già nel febbraio del 2013, oltre 8 anni fa. In quel caso le fiamme si sprigionarono da alcune baracche presenti sotto il ponte, lungo la banchina del Tevere. Il rogo interessò anche i cavi dell’alta tensione, cosa che costrinse poi l’Acea a lavori di sistemazione. Di conseguenza il ponte rimase chiuso a lungo causando notevoli disagi al traffico della zona.

Dopo l’incendio, la Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino ha emesso un’ordinanza urgente con misure di interdizione alla navigazione e allo stazionamento del Tevere in quella zona in virtù del “coinvolgimento delle strutture portanti e delle campate, con grave rischio di crolli e del distacco di parti incendiate sul sottostante tratto fluviale navigabile”. Pertanto si è “ritenuto necessario prevedere disposizioni a tutela della pubblica incolumità e a salvaguardia della sicurezza della navigazione nel tratto fluviale interessato e tenuto conto della necessità di non ostacolare l’azione dei mezzi dei Vigili del Fuoco e le unità delle forze dell’ordine impegnate in attività di interdizione e ordine pubblico”. L’ordinanza, si spiega, è conseguente al ripristino delle normali condizioni di sicurezza della navigazione nel tratto del Tevere interessato dall’incendio, ad una distanza inferiore a 150 metri su entrambi i versanti del Ponte dell’Industria.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli