Brucia la California

I vigili del fuoco hanno compiuto progressi contenendo le fiamme del 10% lunedì mattina in un feroce incendio ai piedi della Sierra Nevada. Le fiamme hanno costretto migliaia di residenti a lasciare le loro case alle porte del parco nazionale di Yosemite.

Bruciando la vegetazione densa e secca sui pendii ripidi e accidentati della regione, l'incendio è stato alimentato da raffiche di vento e temperature molto alte.

Così Jonathan Pierce, portavoce di CalFire per Oak Fire: "Abbiamo bassa umidità, non molta umidità nell'aria, alta temperatura, tutto questo è aggravato da anni di siccità, e da meno precipitazioni in generale. Abbiamo anche un'elevata mortalità degli alberi nella contea di Mariposa [...] . Tutto questo, unito alla topografia dell'area, che è ripida in molti punti, sta portando le fiamme ad estendersi".

Domenica, il governatore della California Gavin Newsom, ha dichiarato lo stato di emergenza per l'area, consentendo il dispiegamento di migliaia di soccorritori. Da venerdì, l'incendio ha consumato oltre 16.000 acri. Sono già 2000 i volontari che so battono contro le fiamme, ma sembra non bastare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli