Brucia la terra attorno Marsiglia, evacuazioni in atto

·1 minuto per la lettura
L'incendio che sta interessando la zona a ovest di Marsiglia
L'incendio che sta interessando la zona a ovest di Marsiglia

Un vasto incendio ha colpito nella notte del 5 agosto la Costa Azzurra, per la precisione la zona di Martigues, a circa 38 km dalla città francese di Marsiglia. Gli ultimi aggiornamenti parlano di almeno 2700 persone evacuate – molte delle quali turisti – e più di 1000 ettari di terreno completamente bruciati. Nella notte del 4 agosto incendio ed evacuazione avevano minacciato anche l’Italia, con coltre di fumo e paura che avevano interessato il centro abitato de L’Aquila.

Incendio Marsiglia, 2700 evacuati

L‘incendio vicino Marsiglia non è stato del tutto domato e le fiamme, riportano i Vigili del Fuoco transalpini, “non sono ancora sotto controllo“. Nonostante gli ingenti danni causati dall’evento, non risultano feriti nel computo al momento. Circa 1800 unità dei pompieri sono dislocate sul posto per domare l’incendio. La città francese meridionale era stata assediata dalle fiamme anche nel settembre del 2016, quando i roghi arrivarono molto vicino al centro abitato. Il maestrale, in quella circostanza, accrebbe la potenza del fuoco portando alla distruzione di circa 400 ettari a ridosso della città. Stesso discorso ancora oggi, dove l’intervento dei Vigili del Fuoco è purtroppo limitato dalla presenza del vento, e le operazioni dovrebbero avere la meglio solo con l’affievolirsi dello stesso.

La terra è bruciata alcuni giorni fa anche ad est di Los Angeles (USA) e l’evacuazione ha interessato 7800 persone e ben 2500 case. In quell’occasione gli ettari di terra andati persi sono stati 18000 e le fiamme che si sono protratte fino al 2 agosto hanno causato l’innalzamento della temperatura nell’area californiana.