Bruna Basso scomparsa a Venezia, il disperato appello della figlia

bruna basso scomparsa

“Era senza cappotto, in ciabatte, con maglione rosso scuro e pantaloni”. Questa la descrizione di Bruna Basso, la donna scomparsa a Mirano, in provincia di Venezia. L’appello arriva dalla figlia della donna, Sara Perale, che chiede disperatamente aiuto su Facebook per ritrovare la madre.

Bruna Basso scomparsa a Venezia, i dettagli

La donna sarebbe uscita di casa da sola, intorno alle 15 del pomeriggio di mercoledì 13 novembre, con indosso un maglione rosso e dei pantaloni di tuta color grigio scuro. Bruna aveva ai piedi solo un paio di ciabatte ed era uscita senza il capotto. La settantottenne scomparsa vive con la famiglia, che si prende costantemente cura di lei. La donna infatti non è del tutto in grado di badare a se stessa e per questo la famiglia è molto preoccupata.

“Forse ha preso il l’autobus per Venezia e potrebbe essere scesa a Mestre” ha ipotizzato la figlia Sara, ma per ora non è arrivata nessuna segnalazione utile. Bruna non aveva con sé il cellulare, i documenti e, cosa ancor più grave, nemmeno le medicine che dovrebbe assumere ogni giorno per la sua terapia.

Le condizioni della donna potrebbero aggravarsi nelle prossime ore a causa delle condizioni climatiche e della mancanza di farmaci. La situazione è resa infatti ancor più drammatica a causa dell’allarme acqua alta scattato a Venezia da martedì 12 novembre, situazione che rende la città ancor più pericolosa. Per questa ragione la figlia Sara prega chiunque l’avesse vista di contattare le forze dell’ordine locali o di chiamare il numero 348 087732.