Brunetta: dal Governo già sette dietroront

Pol/Bar

Roma, 6 nov. (askanews) - "Li abbiamo contati. Fin qui sono stati almeno 7 i dietrofront del Governo su altrettanti provvedimenti palesemente sbagliati. Il numero, però, potrebbe essere destinato a salire ulteriormente, visto che i provvedimenti dovranno passare al vaglio del Parlamento nei prossimi giorni. In ordine di tempo, l'Esecutivo giallo-rosso ha cambiato idea su: merendine, partite Iva, sanzioni ai commercianti, affitti, imposta sulla casa, spese sanitarie e, da ultimo, auto aziendali". Lo ha scritto Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia, in un editoriale al 'Riformista'.

A giudizio dell'esponente azzurro "il risultato di tutte queste marce indietro è una gran confusione e un'incertezza sui contribuenti che si tradurrà in minori investimenti e consumi. E' evidente, poi, l'emersione di una debolezza politica del Governo sia sul fronte del consenso, che percepisce già come risicato, sia dal lato della strategia: manca un'idea di fondo, un'anima, una prospettiva di lungo periodo. Non c'è nessun dialogo serio con i corpi sociali e le associazioni di categoria. Siamo davanti a dei follower più che leader politici", ha concluso Brunetta.