Brunetta (FI): Salvini contro Tria incomprensibile e fuori tempo

Pol/Bar

Roma, 27 lug. (askanews) - "Incomprensibili e fuori tempo. Oltre che autolesionistiche. Le dichiarazioni del vicepremier Matteo Salvini fatte ieri contro il ministro dell'economia Giovanni Tria rischiano di creare enormi danni all'Italia, dopo che Salvini ha detto esplicitamente che uno tra lui e il ministro è diventato di troppo per il Governo". Lo ha scritto in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

"Salvini - ha aggiunto l'esponente azzurro - non ha gradito le dichiarazioni di Tria sulla necessità di scrivere la prossima Legge di Bilancio in linea con gli obiettivi già concordati con la Commissione europea, che prevedono un rapporto deficit/Pil per il 2020 sotto il 2,0% e fatta salva la correzione strutturale pari allo 0,6% del Pil (quasi 10 miliardi di euro). Una manovra che comporta come da legge l'aumento automatico dell'Iva, come previsto dalle clausole di salvaguardia e l'impossibilità di introdurre la flat tax, cavallo di battaglia della Lega in deficit. Risorse per far tutto non ce ne sono, secondo il ministro Tria, in quanto Bruxelles - ha concluso Brunetta - ha preteso che tutto l'eventuale extra-gettito fiscale venga utilizzato per la riduzione del deficit e debito".