Brunetta: governo perde occasione per risistemare bilancio

Fdv

Roma, 27 ott. (askanews) - "Quanto ai mercati finanziari, gli operatori internazionali hanno preso male l'atteggiamento per nulla responsabile del Governo italiano sui conti pubblici. Se lo spread non è ancora risalito, ciò è dovuto soltanto al lancio del secondo round di quantitative easing della Banca Centrale Europea voluto dall'ormai ex governatore Mario Draghi, che sta provocando un effetto "scarsità" sui mercati dei bund tedeschi, che obbliga Francoforte ad acquistare principalmente titoli italiani". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

"Quando poi l'inflazione tornerà ad aumentare nell'Eurozona - continua Brunetta - le politiche monetarie ultraespansive verranno meno (Christine Lagarde è del tutto favorevole a questa ipotesi) e i rendimenti sui nostri titoli di Stato raddoppieranno, con il conseguente raddoppio dei costi di finanziamento del debito. A quel punto, sarà evidente come questo governo avrà perso una enorme occasione per risistemare i saldi di bilancio in un periodo finanziariamente favorevole. Invece, l'attuale Esecutivo - conclude Brunetta - continua nella sua politica tassa e spendi, mantenendo l'inutile e costosa spesa assistenzialista finanziata in parte con nuovo deficit, in parte con nuove tasse sulle imprese (plastic tax, digital tax, sugar tax, etc.) che saranno poi scaricate direttamente sui consumatori finali".

--