Brunetta: manovra dannosa, governo verrà bocciato da Ue e mercati

Fdv

Roma, 9 nov. (askanews) - "Il governo delle 4 sinistre si era presentato come quello in discontinuità con il precedente governo Lega-Cinque Stelle, credendo che fosse sufficiente sbandierare un po' di spirito europeista e presunti buoni rapporti intrattenuti con la Commissione Europea, per avere carta bianca nella Legge di Bilancio. Non è stato così. Innanzitutto perché la manovra presentata in Parlamento, che fra l'altro è peggiorativa di quella ufficialmente presentata a Bruxelles con il draft budgetary plan, è già stata bocciata dalla Commissione, che l'ha definita inutile per la crescita, soprattutto per via della presenza di misure assistenzialiste di spesa pubblica come la quota 100 e il reddito di cittadinanza, in piena continuità con il governo precedente". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia aggiungendo che è "una manovra che non aiuta la crescita e non fa diminuire il debito pubblico. Per questo motivo, la seconda bocciatura è arrivata direttamente dai mercati, i quali hanno ripreso a vendere BTP, dimostrando di aver perduto completamente la fiducia nel ministro dell'economia Roberto Gualtieri, che non riesce a imporre una politica economica credibile ed efficace e nel premier Giuseppe Conte, anch'egli incapace di gestire la situazione, mentre il suo livello di apprezzamento nei sondaggi sta colando sempre più a picco. Rimangono le liti delle varie componenti della maggioranza - ha rilevato Brunetta - ognuna di loro intenta a portarsi a casa qualcosa nel passaggio parlamentare, tra continui tira e molla e marce indietro, in attesa delle elezioni regionali dell'Emilia Romagna che potrebbero concludersi con la caduta dell'Esecutivo".