Brusaferro: crescita infezioni rallenta, ma molto lentamente

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 2 apr. (askanews) - "In Europa ci sono zone di maggiore circolazione del virus, le curve mostrano come in quasi tutti i Paesi europei una crescita, ma in Italia ora la crescita sta rallentando. La decrescita però è molto lenta e questa è una caratteristica della fase attuale". Lo ha detto, nella conferenza stampa sull'analisi dei dati del Monitoraggio Regionale sul Covid-19, il presidente dell'Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro. "A livello Paese a ieri sera l'incidenza era di 239 casi per 100mila abitanti, la scorsa settimana era 247. La decrescita è molto lenta".

Brusaferro, poi, ha sottolineato che resta costatemente basso il numero di nuovi casi tra il personale sanitario, quindi è buona l'incidenza della vaccinazione.

"L'RT in questa settimana - ha aggiunto il professor Brusaferro - a livello nazionale è a 0,98, gran parte delle regioni si trova a cavallo del valore 1. Dovremmo riuscire a portarlo abbondantemente sotto l'1 per riuscire a ridurre l'infezione".