Btp chiudono misti, volatilità alta, spread chiude a 148

Un trader di Intesa Sanpaoloal lavoro a Milano, l'8 agosto 2011. REUTERS/Stefano Rellandini

MILANO (Reuters) - La volatilità ha dominato la seduta dei Btp, che chiudono in netto recupero -- con le scadenze più brevi addirittura in lieve rialzo -- dopo le nuove e ampie vendite della mattinata. Ma restano i timori per le conseguenze su debito e conti pubblici di alcune proposte del possibile nuovo governo Lega-M5s.

** Il momento più critico si è avuto attorno a metà giornata: lo spread Btp/Bund è salito a 159 pb, ai massimi dal 10 gennaio, superando dunque i livelli toccati all'indomani delle elezioni del 4 marzo. Il rendimento decennale italiano si è spinto fino al 2,19%, massimo da inizio ottobre.

** Il movimento odierno si inserisce su quello pesantemente negativo di ieri: dalla chiusura di martedì lo spread è arrivato a lievitare di quasi 30 pb; anche al netto del parziale recupero di oggi pomeriggio l'allargamento resta comunque di oltre 20.

** "La riduzione del peso dell'Italia dai portafogli continua, il danno è fatto e almeno per un po' ce ne terremo le conseguenze in termini di spread" spiega un trader, che segnala volumi consistenti nella seduta. "Qualcuno si è spaventato davvero e ora ci ritroviamo un mercato super volatile, capace di farsi 10 punti di spread in quattro e quattr'otto".

** In attesa dei primi nomi concreti per il nuovo governo, tra le proposte contenute nella bozza di contratto Lega-M5s resta la richiesta di non conteggiare nel rapporto debito/Pil (ai fini del Patto di stabilità) i titoli di Stato acquistati dalla Bce nell'ambito del Qe.

** Eurostat giudica tale misura impossibile, ma la deputata M5s Laura Castelli ha spiegato a Reuters che consentirebbe all'Italia e agli altri paesi della zona euro di rispettare più facilmente il Fiscal compact.

** Altri punti della bozza, su flat tax, reddito di cittadinanza e riforma Fornero, alimentano i dubbi sulle coperture e dunque sulla tenuta dei conti pubblici italiani.

** Lo spread Italia-Spagna termina la seduta a 72 punti base, in linea con la chiusura di ieri, dopo un picco in giornata a 79, a nuovi massimi da inizio febbraio del 2012.

** Una mano al mercato l'ha data in giornata il vice presidente uscente della Bce Vitor Constancio, secondo cui la banca centrale non ha scuse per non intervenire comprando titoli di Stato in caso di crisi di liquidità.

** Il collocamento del Btp Italia maggio 2026 si è concluso stamane con un importo di 7,71 miliardi di euro, 3,653 dagli investitori professionali e 4,057 da quelli retail. Il Tesoro ha alzato la cedola minima a 0,55% da 0,40%, per allineare il rendimento della nuova emissione al mercato dopo il forte calo di ieri dei titoli di Stato italiani.

** "Il collocamento è andato molto bene, il Tesoro ha alzato la cedola di 15 centesimi contro gli oltre 20 di allargamento del mercato" spiega il trader. "In termini relativi il Tesoro ha collocato meglio oggi rispetto a due giorni fa".


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità