Bucchianico (Chieti), 15enne uccide il nonno: è affetto da problemi psichici

15enne uccide nonno
15enne uccide nonno

Qualche mese fa, e precisamente lo scorso 8 luglio, un giovane di appena 15 anni aveva ucciso il nonno di 78 anni. Ora il minorenne dovrà comparire davanti al tribunale dei minori il prossimo 25 gennaio del 2023. Stando a quanto si apprende il giovane sarebbe affetto da problemi psichici e qualche tempo fa avrebbe dovuto essere accolto in comunità. Ciò non è tuttavia accaduto ed è rimasto a vivere insieme ai suoi nonni.

15enne uccide nonno e riprende l’omicidio con lo smartphone

Il dramma si è consumato a Bucchianico in provincia di Chieti. Le circostanze dell’omicidio sono state aggravate dal fatto che il giovane avesse ripreso delle scene con il suo smartphone. Il nonno del minorenne – si legge da “cronachedellacampania.it” sarebbe stato colpito con pugni, sedie e persino un aspirapolvere. Il tutto mentre era a terra.

L’arresto e le accuse

L’anziano nonno è morto nella notte del 9 luglio dopo essere stato ricoverato all’ospedale di Pescara. Le sue condizioni di salute erano subito sembrate gravissime anche per via delle ferite riportate. Le accuse mosse al minore sono di omicidio volontario con l’aggravante dei futili motivi e dell’aver commesso il fatto ai danni di un ascendente. Il 15enne è ora rinchiuso nel carcere di Casal del Marmo a Roma.