Budapest lancia gli autobus con i rivestimenti anti-Covid

·2 minuto per la lettura

AGI - Vt-Arriva, uno dei più grandi operatori di trasporto in Ungheria, ha firmato un accordo con Resysten, azienda che produce un rivestimento anti-Covid-19 che protegge le superfici dalla diffusione del coronavirus, al fine di applicare questo prodotto alla flotta di 450 autobus operante nella capitale ungherese.

Resysten afferma che ogni superficie sugli autobus vedrà una diminuzione fino al 99,9 per cento della presenza di agenti patogeni, con la protezione che rimarrà attiva fino a un anno, aumentando notevolmente la sicurezza sia per i passeggeri che per il personale. L'azienda ungherese ha già fornito il rivestimento all'aeroporto internazionale Ferenc Liszt di Budapest, oltre ad aver trattato i 27 chilometri di corrimano delle scale mobili nella rete metropolitana di Budapest e oltre 700 dei suoi veicoli.

Vt-Arriva non è la prima compagnia di trasporti a utilizzare un rivestimento anti-Covid-19 sui suoi servizi. La Prague Public Transit Company e l'aeroporto internazionale di Hong Kong hanno entrambi sperimentato prodotti similari per combattere il virus. Resysten afferma che il suo rivestimento è stato sviluppato per integrarsi su qualsiasi superficie a livello molecolare, il che significa che non può essere rimosso con i metodi di pulizia convenzionali e quindi rimane attivo fino a un anno.

Shajjad Rizvi, ceo di Resysten, è entusiasta della nuova partnership: “Siamo molto orgogliosi di dare il benvenuto a Vt-Arriva come nostro nuovo cliente. Essendo una delle principali società di trasporto pubblico in Europa, comprendiamo l'importanza che attribuiscono alla sicurezza dei passeggeri e del personale e siamo grati che abbiano riposto la loro fiducia in noi. La nostra priorità è aiutare le industrie colpite, nella loro lotta contro il nuovo coronavirus sia nel settore pubblico che in quello privato; lavorare con Vt-Arriva è un'opportunità entusiasmante per continuare a muoversi in questa direzione".