Buffon è Goodwill Ambassador del World food programme dell'Onu

Red/Gtu

Roma, 9 ott. (askanews) - Gianluigi Buffon è stato ufficialmente nominato Goodwill Ambassador dello United Nations World Food Programme.

Il World Food Programme, la cui sede è a Roma, è la principale organizzazione umanitaria e agenzia delle Nazioni Unite impegnata a salvare e cambiare le vite fornendo assistenza alimentare a circa 90 milioni di persone colpite da conflitti e disastri naturali.

Considerato uno dei migliori portieri della storia del calcio, Gianluigi Buffon ha giocato 176 partite con la nazionale italiana - di cui 80 come capitano. Nel corso della sua brillante e più che ventennale carriera, nominato per cinque volte dalla Uefa portiere dell'anno, Buffon è stato capitano della squadra dei Campioni d'Italia, la Juventus.

"Da parte dei circa 90 milioni di persone che assistiamo ogni giorno nel mondo, voglio ringraziare Gigi per essersi unito alla nostra causa come Goodwill Ambassador", ha dichiarato David Beasley, Direttore Esecutivo dello United Nations World Food Programme, aggiungendo: "Il coraggio, l'abilità e la passione che mostra in ogni partita saranno ora anche impiegate ad aiutare chi nel mondo soffre la fame ed è vulnerabile. Sono sicuro che, grazie a lui, il Wfp avrà molti altri compagni che si uniranno alla squadra di Fame Zero".

"È per me motivo di grande orgoglio essere nominato Goodwill Ambassador del Wfp, l'Organizzazione delle Nazioni Unite che combatte la fame nel mondo e che raggiunge milioni di persone vulnerabili", ha dichiarato Gianluigi Buffon, sottolineando: "Accetto con entusiasmo di mettermi a disposizione e di farmi portatore di messaggi positivi e di speranza, rappresentando e testimoniando l'enorme sforzo che viene profuso quotidianamente dai suoi operatori umanitari attivi sul campo. Il loro lavoro merita di essere conosciuto cosi' come le storie di chi è meno fortunato di noi : vincere la fame è possibile con un lavoro di squadra!".

E - ha aggiunto Marina Catena, direttrice Wfp per i Goodwill Ambassadors e Celebrities - "l'incredibile outreach di Buffon sarà fondamentale per far conoscere al mondo la piaga della fame che ancora affligge milioni di persone e il lavoro che il WFP svolge per cambiare le loro vite". Perché "il calcio è una lingua universale. Un giorno ho visitato un orfanatrofio a Bagdad. Parlavamo lingue diverse. Eppure non appena i bambini hanno saputo che ero italiana hanno cominciato a snocciolare i nomi di alcuni giocatori della Juventus: Trezeguet, Buffon, Del Piero. In un attimo il ghiaccio si è sciolto".

Nel suo ruolo di portiere, Buffon rappresenta l'ultima linea di difesa per la sua squadra. Come Goodwill Ambassador, sarà in prima linea insieme al Wfp nella lotta contro la fame che, nel mondo, affligge 821 milioni di persone.

Il Goodwill Ambassador del Wfp Gianluigi Buffon avrà la possibilità di viaggiare in alcuni degli 83 paesi in cui il WFP aiuta le comunità a riprendere possesso delle proprie vite e dei propri mezzi di sostentamento. Vedrà in prima persona il lavoro del Wfp, che salva e cambia le vite, e coinvolgerà i milioni di supporters sui suoi social media per raggiungere tutti insieme il traguardo di Fame Zero entro il 2030.