Buffon-PSG, ci siamo: la firma è dietro l'angolo

L'entourage di Gianluigi Buffon è sbarcato lunedì mattina in Francia: ultimi dettagli contrattuali da definire col Paris Saint-Germain.

Cambiare vita a 40 anni. Si può fare. Il protagonista di questa storia è Gianluigi Buffon , leggenda del calcio mondiale, pronto a togliersi un ultimo sfizio prima di appendere i guanti al chiodo. Una soddisfazione da 4 milioni netti a stagione – su base biennale – gustandosi uno splendido terrazzo con vista Torre Eiffel. SuperGigi si appresta ad abbracciare il Paris Saint-Germain , all'insegna di una fumata bianca che dovrebbe andare in porto tra oggi e domani.

Ma c'è di più. C'è, ad esempio, Silvano Martina (agente dell'ormai ex bianconero) nella capitale francese; affiancato dall'avvocato Luca Miranda . L'entourage di Gigi, nella mattinata di ieri, è sbarcato in riva alla Senna per apparecchiare la tavola. E, fondamentalmente, dubbi non esistono. Le parti lavorano affinché l'affare possa andare rapidamente in porto, proiettando la concentrazione ad ampio raggio. Perché, appunto, Buffon è tanto presente quanto futuro. Il presente vedrà ancora SuperGigi compiere prodezze sul rettangolo di gioco. Il futuro, invece, affiderà al toscano una parte da testimonial nel Mondiale del 2022 che i qataroti organizzeranno tra le mura amiche. Insomma, un'operazione a tutto tondo costruita in maniera lungimirante.

Nasser Al Khelaifi , presidente dei campioni di Francia, non si nasconde: “ Buffon è un portiere fantastico, carismatico, un gran signore: sono sicuro che tutti i club vorrebbero averlo ”. Thomas Tuchel , ai primi attimi da tecnico della formazione transalpina, ha lasciato presagire un finale sempre più scontato: “ Vedremo cosa accadrà, siate pazienti e aspettate ”. Insomma, siamo alle formalità.

SuperGigi, reduce da un'annata caratterizzata da 34 gettoni, sente di poter dare ancora molto al calcio giocato. Ecco perché, pur avendo preso in seria considerazione la via della pensione, il numero 1 dei numeri 1 ha deciso di tuffarsi in un'avventura stimolante: sia a livello professionale sia a livello umano. A Parigi, difendendo i pali di un'autentica corazzata, il portierone azzurro tenterà l'assalto alla Champions League, trofeo che – se dovesse finire nelle manone di Buffon – impreziosirebbe una carriera leggendaria.

A Parigi, dopo aver condiviso pagine tutto fuorché esaltanti alla Juventus, SuperGigi ritroverà Jean Claude Blanc . Dirigente sotto la Mole dal 2006 al 2011, il manager di Chambéry al Psg ricopre attualmente il ruolo di direttore generale. E sarebbe stato proprio lui, attraverso un'intensa mediazione, a ottenere il sì di Gigi. Attenzione, infine, al futuro di Alphonse Areola. Il 25enne estremo difensore francese potrebbe votare il partito della permanenza. D'altro canto, non essendo più un ragazzino, Buffon non le potrà giocare tutte. E dai maestri c'è sempre da imparare.