Bugatti passa sotto il controllo di una jv tra Rimac e Porsche

·2 minuto per la lettura

Rimac Automobili e Porsche hanno finalizzato i piani per stabilire una nuova joint venture denominata Bugatti Rimac che incorpori la Casa di Molsheim. Gli amministratori delegati delle due società Oliver Blume e Mate Rimac hanno firmato i relativi contratti stabilendo la divisione delle azioni in Bugatti Rimac: il 55% sarà detenuto dal produttore croato, il rimanente 45% da Porsche.

La costituzione della società dovrebbe avvenire nel quarto trimestre di quest'anno previa approvazione delle autorità antitrust di diversi paesi. Sarà il gruppo Volkswagen, proprietario del 100% della Casa di Molsheim, a conferire la Bugatti alla nuova jv e successivamente a trasferire le azioni a Porsche. La nuova azienda unisce le competenze ed experties di entrambi i brand, che rimarranno in ogni caso separati continuando a operare in modo autonomo contando sui rispettivi impianti industriali e reti commerciali attuali. La sede della Bugatti Rimac e la base delle attività di ricerca e sviluppo saranno all’interno del recentemente inaugurato Rimac Campus, alle porte di Zagabria.

Bugatti manterrà la sua sede storica a Molsheim dove è stata fondata nel 1909 e apporterà alla jv il suo know-how in ambiti quali la manifattura artigianale, la fibra di carbonio, i materiali leggeri e la produzione di piccole serie. Porsche e Rimac avranno invece il compito di "accompagnare Bugatti nel futuro” facendo leva in particolare sulle competenze acquisite dai croati nel campo delle tecnologie per la mobilità elettrica. Rimac conferirà infatti alla nuova società la Rimac Automobili, il cuore delle sue produzioni automotive, mantenendo, invece, il 100% della Rimac Technology, realtà che andrà ad integrare le principali attività per le quali l’azienda è riconosciuta a livello globale: sviluppo, produzione e fornitura di sistemi di batterie, trasmissioni e altri componenti per auto elettrificate. Bugatti Rimac sarà guidata da Mate Rimac e avrà il compito di sviluppare i futuri veicoli dei due marchi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli