Bugo: "Devastato, altro che montatura"

webinfo@adnkronos.com

"Spero che questa bufera passi presto perché sono devastato". L'abbandono del palco di Sanremo non smette di tormentare Bugo, che in un'intervista rilasciata a La Stampa si dice "confuso" a causa di "gente che vuole chiedere, sapere". Un'esperienza evidentemente dura per il cantautore, acuita dal comportamento dell'ex compagno di Festival ora 'antagonista', Morgan che ora "va ospite in programmi tv e spara a zero su di me". "Ero partito per l'avventura sanremese con una felicità assoluta e l'avventura - spiega - si è trasformata in un incubo". 

Troppo per Bugo, insomma, che ci tiene tuttavia a smentire le teorie del complotto, quelle che vogliono che i due cantanti abbiano montato una farsa ad arte per guadagnare visibilità e pubblico: "Mi rendo conto che, pur senza aver architettato nulla, è stata la tempesta perfetta", spiega, ma "fosse così vorrei l'Oscar per la migliore interpretazione". E non è tutto. La lite nel backstage e la successiva squalifica dalla gara dell'Ariston hanno infatti comportato anche delle conseguenze economiche: la Mescal, casa di produzione di Bugo, dovrà infatti pagare alcune, sembra onerose, penali. "Una bomba atomica come questa è incredibile - lamenta il cantautore -. Speriamo che almeno serva a far conoscere la mia musica, l'artista che sono stato e sono".