Bullismo, Ronzulli: è virus da sconfiggere tutti insieme

Pol/Bac

Roma, 6 feb. (askanews) - "Sulle problematiche che riguardano i minori non può esserci bandiera politica. Siamo tutti chiamati a dare il nostro apporto, mettendo da parte le singole sensibilità partitiche e guardando a un bene comune e superiore, il benessere dei minori e la tutela dei loro diritti. E' questo lo spirito con il quale la commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza ha condotto l'indagine conoscitiva sui fenomeni di bullismo e cyberbullismo che ho consegnato questa mattina al presidente del Consiglio, con il quale stiamo programmando un incontro finalizzato ad approfondire ulteriormente le modalità con cui far fronte a questi odiosi fenomeni che sono diventati dei veri e propri virus per la nostra società". Lo ha detto Licia Ronzulli, presidente della commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza, intervenendo alla presentazione della campagna nazionale del Moige (Movimento Italiano Genitori) 'Giovani Ambasciatori contro Bullismo e Cyber Risk, in giro per l'Italia'.

"Come ha evidenziato anche il presidente Conte - ha aggiunto - il primo tassello per il contrasto di bullismo e cyberbullismo è la prevenzione, perché intervenire dopo è già una sconfitta. Proprio per questo motivo, sulla scorta di quanto emerso dall'indagine conoscitiva, la commissione che ho l'onore di presiedere si è attivata in questa direzione e ha ottenuto uno stanziamento di 3 milioni di euro per la formazione dei docenti su questi fenomeni, così che la fondamentale attività preventiva parta dalla scuola".