Buona parte della Toscana diventa fascia ad alto rischio

·1 minuto per la lettura
Arezzo Prato Pistoia zona rossa
Arezzo Prato Pistoia zona rossa

La regione Toscana si spacca in due. Tre province e 10 comuni toscani passano in zona rossa. Lo rende noto il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani che in conferenza ha fatto il punto della situazione sui contagi nella regione. Sui social ha poi elencato punto per punto in quali comuni le scuole chiuderanno dal 15 marzo.

Arezzo, Prato e Pistoia in zona rossa

Tre province toscane ovvero Arezzo, Prato e Pistoia oltre a 10 comuni comuni appartenenti ad altre province passano in zona rossa. Lo ha fatto sapere il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani che in conferenza stampa ha dichiarato: “In Toscana zona rossa per tutti i comuni delle province di Arezzo, Prato e Pistoia e per altri 10 comuni di altre province: Firenzuola e Fucecchio, in provincia di Firenze: Montopoli, San Miniato, Castelfranco di Sotto, Santa Croce sull’Arno, Castellina Marittima, Santa Luce, in provincia di Pisa; Viareggio in provincia di Lucca e Scarlino in provincia di Grosseto”.

Scuole chiuse in Toscana

Oltre alla chiusura di buona parte della Toscana che di fatto ha diviso la regione in due, Eugenio Giani sui social ha scritto che sarà posta “la sospensione delle attività dei servizi educativi dell’infanzia e le attività delle scuole di ogni ordine e grado si svolgono esclusivamente a distanza nei comuni: Firenzuola (FI), Fucecchio (FI), Montopoli (PI), San Miniato (PI), Castelfranco di Sotto (PI), Santa Croce sull’Arno (PI), Castellina Marittima (PI), Santa Luce (PI), Viareggio (LU), Scarlino (GR) oltre che le tre province sopra indicate.

Giani ha infine aggiunto che saranno chiuse le scuole anche in alcuni comuni in zona arancione ovvero: “Barberino Tavarnelle (FI), Marradi (FI), Reggello (FI), Siena (SI), Castelnuovo Berardenga (SI)”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.