Buoni Spesa, a Milano disponibili altri 1.9 mln per nuovo bando

Mda

Milano, 26 giu. (askanews) - Riapre la prossima settimana il bando per l'assegnazione dei buoni spesa ai cittadini di Milano in difficolt a causa dell'emergenza Coronavirus. L'avviso sar presto online sul sito del Comune, con le stesse modalit della prima tornata di aprile, attraverso la quale sono stati assegnati oltre 15.800 buoni.

L'ammontare delle risorse utili per l'operazione, inizialmente pari a 5,848 milioni del Fondo statale per gli aiuti alimentari, stato in seguito implementato con disponibilit comunali provenienti per la maggior parte dal Fondo di Mutuo Soccorso, che hanno portato la base complessiva dei fondi a disposizione a oltre 8,048 milioni di euro. Questo ha permesso da un lato lo scorrimento della graduatoria, e quindi il finanziamento di tutte le domande ritenute ammissibili in fase di verifica dei requisiti, e dall'altro la riapertura dei termini del bando stesso, per il quale sono oggi disponibili 1,9 milioni circa.

"Finanziare tutte le domande ammissibili della prima graduatoria ed essere riusciti, grazie alla condivisione del Sindaco e della Giunta, ad aprire una nuova edizione del bando stato un obiettivo importante - ha affermato l'assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti -. Certo, questa seconda tranche arriva in una fase diversa, a lockdown finito e con meno risorse a disposizione, e difatti abbiamo cercato di semplificare i criteri di accesso e, per raggiungere comunque il maggior numero di persone in difficolt, abbiamo in parte ridotto gli importi dei buoni. Hub alimentari e buoni spesa sono operazioni complementari: con quest'ultima vogliamo far emergere e intercettare una nuova domanda, famiglie che, diversamente dai target della povert pi tradizionali, devono pagare affitto o mutuo, spese quindi non posticipabili n comprimibili. Abbiamo fatto il possibile per raggiungere tutti coloro che si trovano in difficolt. Ringrazio tutte le realt del volontariato e le organizzazioni che in tanti quartieri della citt sono intervenute sulle situazioni pi delicate, dando un segno concreto di aiuto e di vicinanza. Un contributo che non dimenticher".

(segue)