Burgez, Simone Ciaruffoli racconta la storia dell’hamburgeria americana di Milano

burgez milano panini

Simone Ciaruffoli è il founder di Burgez, la catena di ristoranti di Milano dove si può mangiare l’autentico hamburger americano. Ha raccontato la sua storia a Notizie.it, una storia insolita, una storia d’imprenditoria intelligente e d’intuizioni imprenditoriali azzeccate. Burgez è il primo fast food “di fascia alta” della città che, inaugurato nel novembre del 2015, ha in pochi anni conquistato i cittadini e sbaragliato la concorrenza.

Burgez: la storia raccontata da Simone Ciaruffoli

La storia della nascita di Burgez ha in sé qualcosa di paradossale. Simone Ciaruffoli ci ha raccontato come è nato questo progetto. Nell’inverno del 2012 si trovava a New York per dei colloqui con aziende operanti nell’ambito della comunicazione e del marketing, settore in cui aveva sempre lavorato, quando una sera fa l’incontro che cambierà per sempre la sua vita. Un vecchio barbone lo ferma per strada, gli regala un vecchio diario di famiglia e lo congeda con l’augurio di farci qualcosa di stupendo nel suo Bel Paese.

Aperto il diario trova la ricetta autentica dell’hamburger americano e capisce che deve tornare in Italia per iniziare un nuovo grande progetto. Sembra una storia difficile da credere e sono in molti a chiedersi se effettivamente lo sia. Ai curiosi Simone risponde che non è importante che sia vero o no, l’importante è che stimoli una curiosità, una domanda o un sentimento. Il founder di Burgez svela così uno dei segreti del suo successo cioè che alla base della sua strategia c’è la volontà di incuriosire e stupire il cliente o meglio l’utente.

I segreti dei panini di Burgez Milano

La vera forza di Burgez sta nella qualità dei prodotti e nell’autenticità della ricetta, una ricetta semplice e originale. Ovviamente non conosciamo la ricetta segreta di uno dei panini più buoni di Milano ma Simone Ciaruffoli ci ha svelato qualche piccolo segreto e ci ha fatto capire perché gli altri ristoratori italiani non offrono hamburger al suo livello. L’ingrediente fondamentale degli hamburger deve essere la semplicità, contro le nuove ossessive tendenze gourmet che stanno spopolando a Milano e non solo.

A contribuire al successo dell’azienda c’è senza dubbio una comunicazione del prodotto innovativa, diretta ai giovani e una strategia di marketing efficace. Puntano molto sui social media, in particolare Instagram, e creano contenuti insoliti, sfacciati e originali. Non trovando un’agenzia in grado di rappresentare al meglio il suo marchio Simone, avendo già esperienza del settore, ha ideato Upper Beast Side, una società di social media molto particolare. Try not to come back if you can : questo è lo slogan del locale e noi dopo aver ascoltato la straordinaria storia del suo fondatore torneremo sicuramente da Burgez Milano.