Burioni: "Con la pandemia è aumentata la pazzia generale"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Molti scienziati hanno sbagliato nei primi mesi dell’epidemia da coronavirus, e anche io sbagliavo quando sostenevo che l’arrivo di un virus pericoloso in assenza di un vaccino efficace avrebbe spento definitivamente la follia antiscientifica degli antivaccinisti, riportando in evidenza l’importanza delle vaccinazioni nel proteggerci dalle malattie". Lo scrive il virologo Roberto Burioni in un articolo su 'MedicalFacts', il sito di informazione e divulgazione scientifico fondato dal virologo del San Raffaele di Milano, in cui parla del fenomeno dei 'Covid party' negli Stati Uniti. "Ebbene, al contrario di quello che speravo, questa pandemia invece di rendere le persone più sagge, ha purtroppo aumentato l’impazzimento generale", aggiunge.