Burtone (Pd): "Costruire un programma politico che parli al Paese"

(Adnkronos) - "Sono sempre stato convinto che alcune istanze sociali del M5S avessero punti di convergenza con il Pd ma c’è una cultura delle istituzioni che non può venire meno. Scegliere di aprire una crisi di governo diventando scudo politico di una destra cinica che non vedeva l’ora di uscire dal governo è segnale di pericolosa miopia e scarsa cultura di governo". Lo scrive in un lungo post su Facebook Giovanni Burtone, ex parlamentare nazionale Dem, tra i fondatori del Pd ed oggi sindaco di Militello in Val di Catania, nominato come borgo più bello di Sicilia per il 2022. "Il richiamo della foresta di Di Battista - aggiunge Burtone-potrà far felici i meet up della prima ora ma preclude al M5S ogni possibilità di essere forza di governo". "E’ una riflessione da fare anche a livello locale - rileva Burtone- e lo dico a malincuore perché costruire una forte alleanza contro una destra arrogante e incapace deve rappresentare una priorità". "Ma ciò che è accaduto in questi giorni cambia i rapporti. Il Pd - evidenzia Burtone- non abbia paura di riscoprire la sua vocazione maggioritaria. Parli alla società e non alle sigle, si ponga perno di un programma di governo su alcuni pochi punti - elenca infine Burtone- quali cuneo fiscale, salario minimo come proposto dal Ministro Orlando, contrasto al lavoro povero, tutela del potere d’acquisto, salda collocazione in Europa e nella Nato. Gli italiani sapranno scegliere".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli