Bus contro caro voli per fuori sede, al via i ritorni dalla Sicilia

Red/Gtu

Roma, 4 gen. (askanews) - Partono dalla Sicilia stasera i primi due pullman messi a disposizione dal governo Musumeci per consentire ai siciliani fuori sede di poter rientrare, con una tariffa agevolata, nei luoghi di studio o lavoro, al centro e nord Italia.

I bus di proprietà dell'Ast, società della Regione, partono da Palermo con destinazione Catania e Messina, poi uno si dirigerà a Napoli e Roma, mentre l'altro direttamente a Milano. Identico tragitto anche domenica e lunedì. Lo stesso servizio erano stato fatto alla vigilia di Natale: cinque i mezzi utilizzati in tre giorni.

"Siamo soddisfatti - ha sottolineato il presidente della Regione Musumeci - che all'andata tutto abbia funzionato bene e soprattutto di avere offerto un servizio utile. A causa delle proibitive tariffe aeree, ma anche degli altri mezzi di trasporto, senza la nostra iniziativa molti siciliani non avrebbero potuto trascorrere il periodo festivo con i propri cari". "E - ha aggiunto - di questo voglio ringraziare il presidente dell'Azienda siciliana trasporti, Gaetano Tafuri, e tutto il personale che hanno dimostrato, oltre a un attaccamento al lavoro, grande efficienza. Un serio impegno di squadra, così come s'addice a una società affidabile e produttiva".

"La nostra - ha sottolineato il governatore della Sicilia - non era assolutamente una gara contro qualcuno. Abbiamo solamente offerto un servizio ai siciliani che non erano in condizione di poterlo acquistare agli attuali prezzi. E di questo andiamo orgogliosi". Ma - conclude - "si è trattato, anche, di una provocazione che dovrebbe suonare a vergogna nei confronti della compagnia aerea italiana sovvenzionata dallo Stato".