Bussolati: condividibile proposta di due capigruppo donna

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 mar. (askanews) - "Ho trovato importante e condivisibile la proposta di individuare due capigruppo donna alla Camera e al Senato, penso ci sia sufficiente maturità per alternarsi in ruoli di vertice facendo il bene di una comunità". Lo afferma il Pietro Bussolati, consigliere regionale lombardo, già segretario metropolitano milanese del Pd e componente della segreteria nazionale di Nicola Zingaretti.

Per Bussolati, "l'iniziativa politica del Segretario nazionale Enrico Letta offre una direzione aperta e concreta per l'Italia e per il Partito Democratico, che è la casa dove unire le forze per un'Italia più giusta, competitiva e semplice. I democratici devono diventare la classe dirigente capace di offrire soluzioni e risposte alle generazioni più giovani e di ridurre le disuguaglianze che la crisi pandemica sta acuendo".

"Spero - ha aggiunto Bussolati - che il Segretario venga presto in #Lombardia, una terra governata da tanti Sindaci democratici, piena di forza e ricchezza ma con una Giunta regionale ottusa e chiusa su se stessa che ha perso ogni occasione di innovarsi e che oggi mostra drammaticamente le sue debolezze, nell'anno più buio per il pianeta".

"Infine - ha concluso Bussolati in una nota - oggi rientra nel PD Eugenio Comincini, che per me ha rappresentato molto in passato. Recentemente la sua scelta di cambiare partito e scegliere il progetto di Italia Viva ha inevitabilmente ridotto la collaborazione politica, ma non la stima personale per una persona per bene e da sempre attenta ai contenuti. La sera del lancio della mia candidatura lui mi chiese di passare tanto tempo nello studiare i dossier che avrei trattato in Regione. Il suo consiglio mi ha spronato ad approfondire, e spesso l'ho pensato quando siamo riusciti a far emergere i tanti errori di Fontana, Gallera, Moratti e soci".