Bussolati: Passerini parli da sindaco Codogno e non da leghista

Red-Alp

Milano, 3 mar. (askanews) - "Ai cittadini dei dieci comuni lombardi della zona rossa va tutto il nostro sostegno e la nostra vicinanza, perché sappiamo che stanno facendo sacrifici enormi e che vivono da giorni in grande apprensione. Proprio per questo credo che sia sbagliata la polemica politica del sindaco di Codogno: non ho la contabilità delle telefonate che può aver ricevuto dal Governo ma ho quella delle misure economiche varate dall'esecutivo per la zona rossa, e sono oggettivamente importanti. Passerini, esponente della Lega, dice di aver sentito la presenza della Regione ma non mi risulta che Palazzo Lombardia abbia ancora adottato misure comparabili. Il sindaco di Codogno faccia bene i conti, tolga i panni dell'esponente di partito e rimetta quelli di primo rappresentante dei suoi concittadini, che hanno bisogno di istituzioni solide e non litigiose". E' quanto ha dichiarato in una nota, il consigliere regionale lombardo del Pd e componente della segreteria nazionale, Pietro Bussolati, rispondendo al sindaco di Codogno che questa mattina, intervistato da Radio 24, aveva lamentato la lontananza del governo.